Comunicazione

Aprire un’attività: cosa ti serve per iniziare

Se stai pensando di aprire un’attività, trasformare un hobby in un business oppure di metterti in proprio con la tua professione, hai bisogno di un piano strategico per promuoverti e creare la tua nicchia.

Da cosa partire per la tua strategia

Se stai per aprire una nuova attività o lanciarti nel lavoro in proprio, la strategia è una mappa che ti guida ancora prima di aprire le porte della tua impresa e ti permette di definire anticipatamente a chi e come proporrai i tuoi prodotti o servizi.

Puoi farlo attraverso dei brainstorming liberi e delle mappe mentali: inizia proprio prendendo carta, pennarelli e post-it e scrivi sul foglio tutte le parole che caratterizzano la tua nuova impresa, anche quelle che ti sembrano più improbabili.

Successivamente, puoi aiutarti con le ricerche su Google, andando a cercare e poi mettere insieme in una cartellina le immagini che ti sembrano più vicine al tuo progetto, che hanno colori, stili e idee che ti piacciono.

Una volta fatto questo, passa ad una fase più razionale. Hai bisogno di partire dalle caratteristiche del tuo business: quali sono le differenze rispetto ai competitor e i punti di forza del tuo progetto.

Prenditi del tempo per considerare questi aspetti: se sei troppo “dentro” al tuo progetto, potresti non notare dei dettagli che lo rendono originale rispetto al tuo settore e che potrebbero essere il filo conduttore della tua comunicazione.

Da queste informazioni puoi partire per definire i tuoi potenziali clienti: il modo in cui comunicano, come e dove puoi relazionarti con loro e quali sono le loro esigenze rispetto al prodotto e al servizio che proponi.

Metti insieme tutto quello che hai fatto: i brainstorming, le ricerche, le mappe mentali e i dati. Tira le somme, inizia a togliere tutto quello di cui puoi fare a meno e razionalizza le informazioni. Questo processo di decluttering ti aiuterà a definire la tua identità.

La tua identità: il logo, il payoff, i colori

Quando stai per aprire una nuova attività, hai sicuramente bisogno di creare un logo per identificarti.

Con le informazioni che hai raccolto nella parte preliminare, puoi riuscire ad identificare, con l’aiuto di un professionista, i colori più adatti a comunicare i tuoi servizi.

Puoi definire una palette di colori ragionata sul tuo stile che poi caratterizzerà ogni aspetto della tua comunicazione, sia online che offline: l’arredo dell’ufficio o del locale, il logo, il sito e così via.

Un grafico professionista, inoltre, potrà aiutarti col logo, cioè a rappresentare graficamente il tuo nome o quello della tua impresa.

Il logo, il nome e i colori vanno poi associati al payoff, ossia lo slogan. Una frase – più breve possibile – che riassuma ciò che puoi fare per aiutare il tuo cliente ideale.

Comunicare on line: dal sito ai social media

Una volta definito questi step iniziali, hai bisogno di stabilire una strategia di comunicazione digitale. E’ necessario capire, a seconda della tua attività o dei tuoi obiettivi, quali sono i canali digitali su cui comunicare il tuo progetto.

La prima cosa da capire è su quali social media puntare (e se hai analizzato bene il target nella prima fase, dovresti già sapere la risposta). Poi, c’è da stabilire se avrai un sito tutto tuo, se puoi appoggiarti ad un portale come Amazon, per esempio. Se necessiti di un blog o di comunicare con una newsletter.

Scrivere e descrivere i tuoi prodotti e servizi

Un passo successivo è quello di scrivere e descrivere i prodotti e i servizi che proponi.

Hai bisogno di creare una descrizione standard della tua impresa o una biografia che racconti le tue competenze. Dovrai riadattare questo testo di volta in volta, a seconda della piattaforma su cui andrai ad inserirlo, dal sito ai social. Però avrà sempre le parole chiave e lo stile che hai deciso nella tua strategia.

La stessa cosa vale per i testi dedicati alla vendita dei tuoi servizi e prodotti.

Questi testi potranno esserti utili anche per lavorare sulla comunicazione off-line, come brochure cartacee o cataloghi.

Le immagini della tua attività

Una domanda che devi farti è se hai bisogno di un kit di immagini dei tuoi prodotti e dei tuoi servizi.

Ad esempio, se hai un locale o una struttura ricettiva è necessario contattare un fotografo professionista, perchè le immagini che utilizzerai per la tua comunicazione devono rispecchiare ciò che vedranno i tuoi clienti dal vivo.

Se la tua attività è di tipo professionale e quindi vendi te stesso e la tua competenza, non sei esente dalle foto: ce ne vuole almeno una per corredare la tua biografia.

Se te la cavi con la macchina fotografica puoi farle tu, altrimenti è meglio avere un servizio fatto da un professionista. Queste foto puoi poi utilizzarle in tantissimi modi diversi: per il sito, per i social e per le promozioni.

Puoi alternarle a immagini di stock, ma sicuramente la tua comunicazione sarà più efficace con foto originali.

Nel caso tu decida di rivolgerti ad un professionista, non affidarti al caso ma cerca il fotografo più vicino allo stile che hai scelto per la tua strategia.

Ci siamo, ecco la fine di questa to-do list per iniziare nel modo giusto. Finisce qui? No, questo però il primo passo per avere le idee chiare e il materiale per poi raccontarti. Vuoi andare avanti con la tua strategia? Clicca qui!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.