Comunicazione,  Storytelling

Promuovere un’attività turistica: le foto di cui non puoi fare a meno

Nell’ultimo mese questo argomento, l’importanza di un servizio fotografico professionale, è stato un filo conduttore di diversi discorsi con clienti e amici. Ho quindi pensato di scrivere questo post per chiarire dei dubbi a chi ci sta pensando e non ha ancora deciso se farlo o no. E anche di offrire degli spunti per realizzare un kit di immagini che ti possono servire per promuovere la tua attività turistica sul sito, sui social e sui portali.

Se “vendi turismo” non puoi fare a meno di un servizio fotografico

Se ti occupi di turismo, il prodotto che proponi è emozionale. Prima delle parole, delle descrizioni, del prezzo e delle qualità del tuo servizio, ciò che colpisce un tuo potenziale cliente è l’emozione che prova riguardo all’esperienza che proponi. Questa emozione può nascere anche dal suo immaginario: quando una persona sceglie di visitare un luogo, la sua fantasia già galoppa e immagina di trovarsi lì a fare cose.

Prova anche tu: immagina adesso di essere in viaggio a Bali, a New York o a Parigi. Nella tua testa, ti vedi fare cose diverse a seconda del luogo. Mangi cose diverse, vivi esperienze differenti e, nella tua fantasia, cambiano i paesaggi, i contesti e perfino le stagioni. Se questi luoghi non li hai mai vissuti veramente, quello che la mente ti propone sono degli stereotipi, dei desideri o delle immagini che hai visto in TV, al cinema o sui social.

Quindi, dopo questo semplice esperimento casalingo, puoi capire come sia importante lavorare con le immagini in ambito turistico: la foto resta un elemento imprescindibile per offrire delle informazioni e delle suggestioni sul posto che proponi.

Il tuo kit fotografico: prendi lo smartphone e fatti un giro

Prima di parlare di foto professionali, partiamo da un lavoro che puoi fare autonomamente per iniziare a creare il kit che ti servirà per promuovere la tua attività turistica. Non serve altro che uno smartphone e il mezzo di trasporto che utilizzeresti se fossi in vacanza nella tua città: a piedi, coi mezzi pubblici, in bicicletta o monopattino.

Dato che vivi in quel luogo, conosci sia i luoghi più turistici che quelli meno conosciuti. Ad esempio, sai a che ad una certa ora il tramonto offre uno spettacolo particolare di luci e colori in un luogo specifico. Conosci quel localino del paese vicino, dove cucinano benissimo un piatto della tradizione. Bene, prendi il tuo smartphone e per diversi giorni vai in giro a fotografare i luoghi, le suggestioni, le esperienze che puoi fare nella tua città e nei dintorni.

Mettiti nei panni di chi vuole visitare la tua zona: cosa desidera vedere, fare, conoscere, assaggiare?

Ne avevo parlato anche qui, se vuoi approfondire. Se riesci ad uscire dai cliché e a raccontare la tua città con un punto di vista diverso, hai del materiale da utilizzare sui social, come post o stories. Anche se sei proprietario di un B&B o proponi visite guidate in bicicletta, non soffermarti solo sul tuo settore di interesse, ma offri una visione a 360 gradi della tua zona.

Proponi la tua attività turistica con delle foto professionali

Una cosa è raccontare il luogo in cui vivi per ispirare un viaggiatore a venirlo a visitare, un’altra cosa è promuovere il prodotto o il servizio turistico: per farlo bene, non basta uno smartphone, ci vuole un professionista.

Le immagini di un fotografo professionista sono indispensabili per ogni genere di promozione: per il sito, per i portali turistici, per realizzare brochure e manifesti pubblicitari e anche sui social per la presentazione.

A seconda dell’attività che svolgi e dello stile del fotografo, puoi concordare di realizzare sia delle immagini descrittive della tipologia e qualità del servizio (ad esempio, se hai un B&B, le stanze e i servizi) e sia di storytelling (ad esempio il team, l’accoglienza, le esperienze etc.).

E’ un investimento una tantum che può darti molte soddisfazioni e che può fare la differenza per la tua attività. Sicuramente tornerò presto su questo argomento perchè ci sono tante altre cose da dire!