Parlare in pubblico, ovvero la capacità di raccontare un’idea

Capita, a volte, di essere chiamati a parlare in pubblico: un convegno, una presentazione o semplicemente quando si incontra un nuovo cliente.

Se si tratta di un’occasione ufficiale in cui parlare ad una platea di ascoltatori, in genere gli oratori sono maggiormente predisposti a preparare in anticipo il discorso, in modo da sentirsi più sicuri e non lasciarsi coinvolgere dall’emozione.

Invece, quando l’occasione avviene nel quotidiano, ad esempio quando si cerca di conquistare un nuovo cliente illustrandogli l’attività professionale, spesso si lascia che le parole fluiscano da sole. Però, poi capita che, una volta terminato l’incontro, arrivino pensieri come: “avrei potuto dire questo e mi sono dimenticato”; “mi sono dilungato troppo”; “sarò stato chiaro?”.

Parlare di un’idea è un modo per raccontarsi e per trasmettere informazioni, emozioni, progetti e pensieri. Ogni volta è un’occasione speciale, e quindi le va conferita la giusta importanza.

Ipotizziamo che tu debba spiegare a un potenziale cliente il tuo lavoro. Per presentarti e mantenere viva l’attenzione dell’ascoltatore, bisogna tenere presenti cinque dettagli importanti:

  1. Focalizzare qual è l’argomento principale. Da esso, puoi tirare giù una scaletta di contenuti, che possono essere più o meno interessanti per il pubblico. E’ da qui che bisogna partire: definire quali aspetti vuoi approfondire. Nessuno meglio di te conosce il tuo lavoro, i suoi segreti e le sue caratteristiche. E sai anche quali sono gli argomenti imprescindibili e quali sono quelli accessori, da poter approfondire in altri momenti. Dilungarti sui dettagli e sulle specifiche è il metodo più veloce per bruciare l’attenzione del tuo pubblico. La cosa più importante è non annoiare. Una volta stesa la scaletta, riducila a soli tre punti: saranno gli argomenti di cui parlerai.

  2. Sviluppa la scaletta. Una volta definiti i tre punti importanti per il tuo discorso, sviluppali pensando a come essi potrebbero essere utili a chi ti ascolta. Più che offrire una semplice visione astratta della tua attività, prova a proporre degli esempi, mettendo il tuo pubblico in condizione di immedesimarsi e appassionarsi. Offri il tuo punto di vista, delle prove sull’efficacia della tua tesi, oppure racconta degli episodi dimostrativi.

  3. Cerca di emozionare. Raccontare un’idea, un prodotto o una professione può trovare un ambito emozionale in cui esprimersi. Le persone memorizzano con più facilità se li coinvolgi emotivamente. Ricorderanno in questo modo non solo l’argomento del tuo discorso, ma anche le sensazioni che hanno provato ascoltandoti.

  4. Sii breve, senza rubare logica al tuo discorso. La sintesi, non a caso, viene definito un dono. Non utilizzare cinque parole, laddove puoi impiegarne quattro.

  5. Rimani sempre in contatto con il pubblico per capire se è attento e interessato. Per esercitarti, prova il discorso davanti a un gruppo di amici particolarmente sinceri, che sanno poco o nulla dell’argomento che tratti. Ascolta le loro impressioni: se li avrai coinvolti, emozionati e non si saranno annoiati, sei pronto per andare in scena!

Lascia un commento